QUANDO LA DIVERSITA’ UNISCE

E quando meno te lo aspetti cade il velo. Uno sguardo lacerante e sopreso incontra gli occhi pieni di paillettes. Cade la polvere di stelle. Cadono le barriere. Cade il muro, del pianto, crolla a pezzi sotto i nostri occhi stupefatti.

Nell’incontro tra culture diverse, opposte, nemiche, lontane, ci può essere la speranza di costruire insieme qualcosa. Uniti, nella libertà.

Oggi l’Isis, daesh, e tutto l’orrore che queste parole portano nel lutto delle vittime che trascinano la loro memoria, aprono la porta al cambiamento.

La ragazza musulmana mi guarda impietrita. Ha paura. Si sente diversa, tra le strade, tra gli sguardi, tra la gente, tra quel sentimento di odio che non aveva conosciuto prima. Quel velo che nasconde con pudore la sua sensibilità, è ora strumento di odio da parte dei passanti. Si accorge allora della sua diversità, della sua bella non uguaglianza.  Quelle idee di spiritualità che l’avevano resa forte e attaccata alla fede, oggi la sciolgono in un mare di fragilità.

E allora la fede non basta. Chiede aiuto, si sente sola in una comunità in crisi. E nella sua solitudine stenta a credere di non essere sola. Ma unita a tante altre vite che della diversità hanno fatto la loro battaglia. Tante persone che hanno subito lacerazioni corporee e spirituali, che oggi, di fronte a quegli occhi neri e lucidi, mostrano la loro presenza.

Quel ragazzo effemminato che cammina per strada, insultato, da stolti caproni senza midollo, picchiato, umiliato, diverso, oggi incontra gli occhi bistrati della ragazza velata.

Non siamo soli, non siamo unici, ma uniti nella diversità.

Chi un tempo era carnefice ora diventa vittima.

L’amore straordinario di quella fratellanza sconosciuta, che oggi unisce contro la tirannia, due individui. Non chiedono molto, non si cercano, eppure sono uniti, per la libertà.

Perché a volte, la diversità unisce.

Donna-Velata-Antonio-Corradini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...